Home » Fratello morto: Poesie (Brevi) per ricordare il fratello

Fratello morto: Poesie (Brevi) per ricordare il fratello

    Per ricordare la morte di un fratello abbiamo scelto le più toccanti poesie per sopportare il dolore della perdita e rievocare ricordi vissuti che solo chi ha avuto un fratello è in grado di comprendere. Eccole!

    Frasi (Brevi) estratte da Poesie per un fratello morto: Le più belle!

    Poesie per un fratello morto

    So che non importa come, ma sarai sempre con me. Quando la vita ci separerà saprò che è solo la tua anima a dire addio al tuo corpo, ma il tuo spirito sarà sempre con me.Quando vedrò un uccello che cinguetta su un ramo, saprò che stai cantando per me.Quando la delicata fragranza di un fiore attirerà la mia attenzione, saprò che mi stai ricordando di apprezzare le cose semplici della vita.Quando il sole che splende attraverso la mia finestra mi sveglierà, sentirò il calore del tuo amore. Quando sentirò la pioggia sbattere contro il davanzale della mia finestra, ascolterò le tue parole di saggezza e ricorderò ciò che mi hai insegnato.Che senza pioggia gli alberi non possono crescere.Senza pioggia i fiori non possono sbocciare.Senza le sfide della vita non posso crescere forte.
    E quando guarderò il mare penserò al tuo infinito amore per la tua famiglia. Quando penserò alle montagne, alla loro maestosità e magnificenza, penserò al tuo coraggio. Non importa dove io sia, Il tuo spirito sarà sempre accanto a me.Perché non importa come, ma sarai sempre con me. (Di Tram-Tiara T. Von Reichenbach)

    Non pensare a lui come se fosse morto, il suo viaggio è appena iniziato. Pensa a lui come se fosse a riposare lontano dal dolore in un luogo di calore e conforto dove non esistono giorni e anni. Pensa a lui come se stesse vivendo nel cuore di coloro che ha toccato, perché nulla di amato è mai perso e lui è stato amato così tanto.(Ellen Brenneman)

    Si dice che gli angeli siano inviati dall’alto. Io ho sempre avuto il mio angelo, mio fratello, il cui cuore era pieno di amore. Ovunque l’oceano incontra il cielo, ci saranno ricordi di te e di me. Finché il mio cuore batterà, sarai parte di me.

    Dio si guardò intorno nel suo giardino e vide un posto vuoto.Poi guardò in basso sulla Terra e vide la tua faccia stanca.Ti mise le braccia intorno e ti sollevò per riposare.Con l’aiuto dei suoi angeli ti portarono nel luogo celeste.Sapeva che soffrivi, sapeva che non saresti mai più guarito sulla Terra.Vide che la strada stava diventando accidentata e le colline troppo difficili da scalare.Chiuse le palpebre stanche e sussurrò: “La pace siacon te”.Ci ha spezzato il cuore perderti ma non sei andato via da solo. Il giorno in cui Dio ti ha chiamato nella sua casa una parte di noi sarà sempre con te.

    Se un giorno non mi vedessi più varcare la soglia della porta come sono solito fare, alza gli occhi al cielo turchese di un nuovo giorno e cercami fra le stelle che accendono la luce della volte celeste, fra le odoroso ginestre gialle che incorniciano le nostre colline.Cercami negli occhi di chi ami.Cercami nel silenzio del tuo Cuore. (Stephanie Sorrel)

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *