Home » Frasi per il 1 maggio: le 20 più belle sulla Festa dei lavoratori

Frasi per il 1 maggio: le 20 più belle sulla Festa dei lavoratori

    Nel giorno della Festa del lavoro, festeggiamo i diritti dei lavoratori ottenuti con sacrifici, manifestazioni e dignità.In questa festa si celebrano le conquiste operaie sulla dignità di lavoro e la diminuzione delle ore lavorative giornaliere.

    Il 1 maggio è importante anche per ricordare a tutti noi il significato di un lavoro nobile, onesto e rassicurante, per far si che tutti i lavoratori si trovino a lavorare in condizioni adeguate senza essere sfruttati e sottopagati.

    Qui di seguito troverete una selezione delle più belle e significative frasi per il 1 Maggio sui lavoratori per ricordare coloro che hanno combattuto e vinto per un lavoro dignitoso.

    Aforismi, Citazioni, Parole e frasi per il 1 Maggio sui lavoratori e il lavoro

    Frasi per il 1 maggio

    Quando il lavoro è un piacere, la vita è una gioia. Quando il lavoro è un dovere, la vita è una schiavitù. (Maxim Gorky)

    Oggi mi piace ricordare l’eroicità di chi, con il proprio lavoro, con onestà, contribuisce al bene comune. Con gratitudine. 1 maggio. (Don Dino Pirri)

    C’è tanta dignità nel coltivare un campo come nello scrivere una poesia. (Taliaferro Washington)

    L’articolo Uno della nostra Costituzione ci dice che l’Italia è una Repubblica fondata sul Lavoro. In altre parole, si dichiara che il pilastro fondante del nostro Stato non è un’astrazione ideologica, ma la concretezza del lavorare e del produrre. (Andrea Camilleri)

    Scegli un lavoro che ami e non dovrai mai lavorare un giorno nella tua vita. (Confucio)

    Chi lavora con le sue mani è un lavoratore. Chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano. Chi lavora con le sue mani e la sua testa ed il suo cuore è un artista. (Louis Nizer)

    Sviluppare una buona etica del lavoro è la chiave di tutto.Applicati in qualunque cosa tu faccia, che tu sia un bidello o che faccia il tuo primo lavoro estivo, perché quell’etica di lavoro si rifletterà in tutto ciò che fai nella vita. (Tyler Perry)

    Una macchina è in grado di produrre come cinquanta uomini, ma nessuna macchina può svolgere il lavoro di un uomo straordinario. (Elbert Hubbard)

    Possiamo vivere una vita meravigliosa se sappiamo lavorare e amare, lavorare per coloro che amiamo e amare ciò per cui lavoriamo. (Lev Tolstoj)

    L’artista è nulla senza il talento, ma il talento è nulla senza il lavoro. (Émile Zola)

    Per rendere un uomo felice, riempi le sue mani di lavoro, il suo cuore di affetto, la sua mente con uno scopo, la sua memoria con idee utili, il suo futuro di speranza, e il suo stomaco di cibo.(Frederick E. Crane)

    Il lavoro tiene a bada tre grandi mali: noia, vizio e necessità. (Voltaire)

    Io credo nel popolo italiano. È un popolo generoso, laborioso, non chiede che lavoro, una casa e di poter curare la salute dei suoi cari. Non chiede quindi il paradiso in terra. Chiede quello che dovrebbe avere ogni popolo. (Sandro Pertini)

    Felice colui che ha trovato il suo lavoro; non chieda altra felicità. (Thomas Carlyle)

    Una persona che lavora dovrebbe avere anche il tempo per ritemprarsi, stare con la famiglia, divertirsi, leggere, ascoltare musica, praticare uno sport. Quando un’attività non lascia spazio a uno svago salutare, a un riposo riparatore, allora diventa una schiavitù. (Papa Francesco)

    Ogni individuo che lavora ha diritto ad una remunerazione equa e soddisfacente che assicuri a lui stesso e alla sua famiglia una esistenza conforme alla dignità umana ed integrata, se necessario, da altri mezzi di protezione sociale. (Dichiarazione Universale dei Diritti Umani)

    L’uomo abituato al lavoro non può comprendere la vita elegante. (Honoré De Balzac)

    La felicità non è nel semplice possesso di denaro; sta nella gioia del successo, nel brivido dello sforzo creativo. (Franklin D. Roosevelt)

    Dio mi dia lavoro, finché la mia vita non si concluda, e la vita, finché il mio lavoro non sia finito.(Epitaffio)

    Se non potete lavorare con amore, ma solo con riluttanza, allora è meglio lasciare il lavoro e sedere alla porta del tempio e accettare elemosine da chi lavora con gioia. (Kahlil Gibran)

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *