Home » Frasi per il 25 aprile: le più belle sulla Festa della Liberazione

Frasi per il 25 aprile: le più belle sulla Festa della Liberazione

    Nel giorno della Liberazione, festeggiamo la liberazione dell’Italia dall’occupazione e dittatura nazifascista.In questa ricorrenza si celebrano anche i partigiani che hanno donato la vita combattendo per la libertà e la democrazia del popolo italiano.

    Il 25 aprile è essenziale anche per richiamare a tutti noi il diritto di libertà, ma anche il valore della fratellanza, l’uguaglianza di genere e della pace, per far si che certi drammatici eventi storici, non si ripetano mai più.

    Qui di seguito troverete una selezione delle più belle e importanti frasi per il 25 Aprile sulla Liberazione per ricordare coloro che hanno sacrificato la vita per la libertà di tutti.

    Aforismi, Citazioni, Parole e frasi per il 25 aprile sulla liberazione

    frasi per il 25 aprile sulla liberazione

    Qui vivono per sempre gli occhi che furono chiusi alla luce perché tutti li avessero aperti per sempre alla luce. (Giuseppe Ungaretti)

    Sempre sulle lapidi, a me basterà il mio nome, le due date che sole contano, e la qualifica di scrittore e partigiano. Mi pare di aver fatto meglio questo che quello. (Beppe Fenoglio)

    Bisogna conservare ad ogni costo intera la libertà, fin nell’ebrezza. La regola dell’uomo d’intelletto, eccola: “Habere, non haberi” (Gabriele d’Annunzio)

    Il popolo italiano consacra alla memoria dei fratelli caduti per restituire all’Italia libertà e onore la presente Costituzione. (Piero Calamandrei)

    Noi sognavamo un mondo diverso, un mondo di libertà, un mondo di giustizia, un mondo di pace e un mondo di fratellanza e di serenità. (Germano Nicolini)

    La libertà è la possibilità di dubitare, la possibilità di sbagliare, la possibilità di cercare, di esperimentare, di dire no a una qualsiasi autorità, letteraria artistica filosofica religiosa sociale, e anche politica. (Ignazio Silone)

    Cari ragazzi, io a 17 anni e un mese con i partigiani ho visto nascere la democrazia, ora che sono vecchio devo vederla morire? La speranza siete voi, restiamo umani! (Don Andrea Gallo)

    La Costituzione è un buon documento; ma spetta ancora a noi fare in modo che certi articoli non rimangano lettera morta, inchiostro sulla carta. In questo senso la Resistenza continua. (Sandro Pertini)

    Per la libertà, così come per l’onore, si può e si deve mettere in gioco la vita (Miguel de Cervantes)

    Incollati alle barricate alcuni di noi morivano d’attesa Incollati alle barricate alcuni di noi vivevano d’attesa Poi spuntò l’alba Ed era il 25 Aprile. (Giuseppe Colzani)

    Il segreto della felicità è la libertà, il segreto della libertà è il coraggio. (Carrie Jones)

    La Resistenza e il Movimento Studentesco sono le due uniche esperienze democratico-rivoluzionarie del popolo italiano. Intorno c’è silenzio e deserto: il qualunquismo, la degenerazione statalistica, le orrende tradizioni sabaude, borboniche, papaline. (Pier Paolo Pasolini)

    Non festa della libertà, come un’illusione comoda. Ma festa della liberazione, come dono ricevuto ieri e da costruire ogni giorno 25 aprile. (Don Dino Pirri)

    Alla più perfetta delle dittature preferirò sempre la più imperfetta delle democrazie. (Sandro Pertini)

    Cittadini, lavoratori! Sciopero generale contro l’occupazione tedesca, contro la guerra fascista, per la salvezza delle nostre terre, delle nostre case, delle nostre officine. Come a Genova e Torino, ponete i tedeschi di fronte al dilemma: arrendersi o perire. (Sandro Pertini)

    Il 25 aprile. Una data che è parte essenziale della nostra storia: è anche per questo che oggi possiamo sentirci liberi. Una certa Resistenza non è mai finita. (Enzo Biagi)

    Insieme a oppressione e sangue, volgarità e cattivo gusto, la caratteristica principale di una dittatura fascista è l’ignoranza, il disprezzo per la cultura, l’analfabetismo. (Oriana Fallaci)

    Per vent’anni l’Italia è stata governata da un regime fascista in cui ogni dialettica democratica era stata abolita. E successivamente un unico partito, la Democrazia cristiana, ha monopolizzato, soprattutto in Sicilia, il potere, sia pure affiancato da alleati occasionali, fin dal giorno della Liberazione. Dal canto suo, l’opposizione, anche nella lotta alla mafia, non si è sempre dimostrata all’altezza del suo compito, confondendo la lotta politica contro la Democrazia cristiana con le vicende giudiziarie nei confronti degli affiliati a Cosa Nostra, o nutrendosi di pregiudizi: “Contro la mafia non si può far niente fino a quando al potere ci sarà questo governo con questi uomini.(Giovanni Falcone)

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *